BEPPE RINALDI uomo, filosofo, vignaiolo vero, autentico, inossidabile, ci ha lasciati.

Incredibile per tutti noi!
Non è verosimile immaginare che non incontreremo più, la persona, il penetrante sguardo di Beppe, che non sentiremo più la voce del cuore nobile Beppe Rinaldi, non godremo più del suo sorriso, del suo filosofare, dei suoi silenzi sornioni, così come dell’essere franco, diretto e genuino allo stesso tempo.
Colui che ricco di conoscenze si è speso senza risparmio a difesa dei valori umani e per la salvaguardia del territorio, gridando allarmi e ponendo all’attenzione mediatica questioni scomode e delicate, ma vere e autentiche.
Questioni e battaglie troppo spesso rimaste affidate al personaggio e raramente divenute oggetto di approfondimento per gli addetti ai lavori.
Ma così è. E tutta la Sua bellezza che ci ha donato giorno dopo giorno, con modi e circostanze differenti, in questi intensi e lunghi anni nessuno potrà togliercela. Già solo per questo ci consideriamo fortunati!
Ora è il tempo del silenzio e della riflessione su tutto ciò che ci ha elargito.
Un abbraccio commosso alla moglie Annalisa e alle figlie Marta e Carlotta.

Grazie Beppe, siamo certi di non dimenticarti.
Sarai per noi Vignaioli compagni di viaggio di ViniVeri, sempre un costante riferimento!

Ciao Citrico, ciao Beppe!
gli amici vignaioli del Consorzio ViniVeri